Vai al contenuto principale

“RICOMPRARE” I MOBILI USATI PER DARE LORO UNA SECONDA VITA. #GreenFriday

Milano, 15/10/2020

“RICOMPRARE” I MOBILI USATI PER DARE LORO UNA SECONDA VITA:IKEA LANCIA IL SUO BLACK FRIDAY ALTERNATIVO PER AIUTARE L’AMBIENTE
#GreenFriday

IKEA annuncia la campagna #GreenFriday che, in occasione del Black Friday, inviterà i clienti a “rivendere” i propri mobili IKEA usati per dare loro una seconda vita. La campagna che prenderà il via in Italia dal 27 novembre al 6 dicembre in tutti i 21 store sul territorio nazionale, è frutto del percorso intrapreso dall’azienda per diventare un business circolare entro il 2030, in favore dell’ambiente.

I mobili che non sono più necessari all’interno di una casa possono rivivere in un’altra abitazione, con un vantaggio per chi li rivende e chi li acquista. Il Black Friday alternativo di IKEA vuole alimentare questo circolo virtuoso, in favore di un consumo sempre più consapevole e sostenibile, sia per il pianeta che per il portafoglio dei consumatori.

“La visione di IKEA è sempre stata creare una vita quotidiana migliore per la maggioranza delle persone, che nel momento attuale significa permettere a tutti di vivere una vita sostenibile, in modo semplice e accessibile. Essere circolari è un’ottima opportunità di business e, al tempo stesso, una responsabilità. La crisi climatica ci impone di ripensare radicalmente le nostre abitudini di consumo - afferma Pia Heidenmark Cook, Chief Sustainability Officer del Gruppo Ingka - . Un’economia circolare si può raggiungere solo attraverso gli investimenti e la collaborazione con i clienti, le altre imprese, le comunità locali e i governi, in modo da azzerare i rifiuti e innescare un ciclo di riparazione, riutilizzo, riadattamento e riciclaggio.”

I clienti che desiderano “vendere” i propri mobili IKEA usati potranno consultare la pagina del sito dedicata, verificare le condizioni del servizio di riacquisto ed effettuare una pre-valutazione del prodotto prima di recarsi in negozio per la valutazione finale e la consegna.

Chi consegna a IKEA i propri mobili usati riceverà una Carta Reso IKEA da spendere in negozio. In base alle condizioni dei mobili, il valore della Carta Reso IKEA può ammontare fino al 50% del prezzo originale dell’articolo. Nel periodo del Black Friday, per i soci IKEA Family che rivenderanno i propri mobili di seconda mano, il valore della Carta Reso IKEA sarà maggiorato di un ulteriore 50% rispetto alla valutazione ricevuta. La Carta Reso IKEA avrà una validità di 2 anni dal momento del rilascio, offrendo ad ogni cliente la possibilità di utilizzarla solo dopo aver valutato accuratamente le proprie reali esigenze di acquisto.

IKEA punta a un modello di economia circolare e la trasformazione delle attività retail è una tappa di questo percorso. La campagna aiuterà IKEA a raggiungere l’obiettivo di diventare un business circolare e di avere un impatto positivo sul clima entro il 2030*, termine entro il quale tutti i prodotti IKEA saranno realizzati con materiali rinnovabili o riciclati.

Attualmente il 45% delle emissioni totali di CO2 nel mondo deriva dal modo in cui vengono realizzati e utilizzati i prodotti d’uso quotidiano, come i mobili**. Favorendo la vendita e l’acquisto di mobili di seconda mano possiamo limitare il loro impatto sull’ambiente, allungandone il ciclo di vita.

IKEA lotta attivamente contro i cambiamenti climatici e appoggia in toto il Green Deal europeo, auspicando che il pacchetto per la ripresa dell’UE sostenga e acceleri la transizione verso un’economia circolare e a impatto zero per l’ambiente. Ha inoltre sottoscritto le finalità della Exponential Climate Action Roadmapper*** dimezzare le emissioni di gas serra in termini assoluti entro il 2030 e contribuire ad avere un impatto positivo sui clienti, le comunità, i co-worker e il pianeta.

*Avere un impatto positivo sul clima significa ridurre le emissioni di gas serra di una quota superiore a quella prodotta dalla catena del valore di IKEA. IKEA eliminerà le emissioni di gas serra in linea con le prescrizioni dell’Accordo di Parigi; adotterà metodi per lo stoccaggio del carbonio attraverso il terreno, le piante e i prodotti; ridurrà l’impronta climatica di una percentuale superiore a quella dell’intera catena del valore di IKEA; collaborerà con altri interlocutori per contenere l’aumento della temperatura globale al di sotto di 1,5°C. Scopri di più sugli impegni di IKEA

**Report 2019 dell’Ellen MacArthur Foundation sull’economia circolare e i cambiamenti climatici.

***La Exponential Climate Action Roadmap delinea la trasformazione economica globale necessaria per rispettare gli impegni dell’Accordo di Parigi entro il 2030.