Vai al contenuto principale

Creativi, si. Ma ben organizzati

Se hai un hobby o un lavoro creativo, è importante avere uno spazio di lavoro gradevole e ben organizzato che sia anche facile da riordinare. Scopri come Aysu ha organizzato il suo laboratorio in mansarda e lasciati ispirare…

Uno spazio creativo con tante soluzioni pratiche - IKEA
Uno spazio creativo con tante soluzioni pratiche - IKEA

1. Il giusto mix Arreda lo spazio con una combinazione di mobili aperti e chiusi per avere a portata di mano tutti gli strumenti necessari. L'ambiente dovrà essere ordinato ma anche stimolante, per favorire sia il flusso di lavoro che l'ispirazione.

2. Ispirazione continua Vedere i frutti del proprio lavoro non solo aiuta a tenere traccia di cosa è stato fatto e cosa rimane ancora da fare, ma è anche uno stimolo costante. Trovare un modo originale di esporre i propri lavori è un'altra occasione per sollecitare la creatività.

Una bobina di lana è appoggiata sopra una pila di coperte e tessuti - IKEA

3. Comfort zone Il tuo spazio di lavoro diventa veramente efficace con l'aggiunta di pochi elementi essenziali: la giusta illuminazione, una poltrona ergonomica e dei tessili che danno un tocco di morbidezza.

4. Il meglio per se stessi "Prima la mansarda era la mia camera da letto. È una stanza luminosa, l'ideale per lavorare ma non per dormire. Ora trascorro qui ore piacevoli a realizzare macramé", spiega Aysu. "È un ambiente tranquillo che ho arricchito con l'energia rilassante che sanno regalare le piante".

    Lo spazio di Aysu "Ho imparato a realizzare il macramè da piccola. Per me non è un lavoro, ma una passione e un momento di meditazione; nelle mie creazioni c'è sempre una parte di me. I macramè più piccoli richiedono meno di un'ora di lavoro, i più grandi anche due giorni".

    Ci piace vedere fino a che punto arriva la creatività dei nostri clienti con i prodotti IKEA. Ricorda però che le modifiche apportate al prodotto rispetto alla sua forma e alla sua funzione originale fanno decadere la garanzia e il diritto al reso.

    REALIZZATO DA


    Interior stylist: Carl Braganza
    Foto: Debi Treloar