sedia nera nella foresta

Lavorare pensando alle persone e al pianeta


Quando creiamo prodotti funzionali e convenienti per milioni di persone, facciamo un uso attento di materie prime, acqua ed energia e riduciamo al minimo gli scarti. Scegliamo responsabilmente i fornitori e l'origine dei materiali, investendo nelle energie rinnovabili e in tecnologie più efficienti per ridurre i cambiamenti climatici e limitare il nostro impatto ambientale. Vogliamo creare un modo nuovo di lavorare, sempre più rispettoso delle persone e dell'ambiente.

LEGNO

"Sono felice che tante persone si preoccupino delle nostre foreste."

Tai Wen, esperta di selvicoltura di IKEA

bosco di abeti in Svezia

We love wood


Il legno è un materiale naturale, resistente e facilmente lavorabile. Dà calore e diventa sempre più bello con l'andare del tempo. È rinnovabile e riciclabile. Ecco perché IKEA ama gli alberi e le foreste!

Tai Wen, esperta di selvicoltura di IKEA, appoggiata a un albero

Il legno è un materiale economico e di alta qualità, perfetto per realizzare i nostri mobili. E dato che non amiamo gli sprechi, ci fa piacere sapere che del legno non si butta via nulla, nemmeno la segatura prodotta in fase di lavorazione.

Gli alberi vanno protetti perché sono importanti per il nostro futuro: assorbono anidride carbonica, immagazzinano l'energia del sole sotto forma di carboidrati e producono ossigeno.

Una risorsa così preziosa va usata responsabilmente, lasciando alle foreste il tempo di ricrescere. Con il legno costruiamo oltre la metà dei prodotti del nostro assortimento: per questo è importante ottenere di più con meno risorse.

Per alcuni mobili è meglio usare il legno massiccio, ma siamo sempre in cerca di soluzioni intelligenti per risparmiare materiale, mantenendo l'aspetto e la consistenza del legno massiccio.
la designer Carina Bengs che tiene un pezzo di legno

Amiamo i prezzi bassi, ma non a qualunque costo


Il legno è un materiale eccellente dal punto di vista qualitativo e ambientale, purché sia prodotto legalmente e provenga da foreste gestite in modo responsabile. Per questo abbiamo fissato dei requisiti specifici per il legno usato nei nostri prodotti. IKEA, inoltre, ha stretto partnership con organizzazioni come il WWF e il Forest Stewardship Council (FSC) per verificare l'origine del legno. Il nostro obiettivo a lungo termine è far sì che tutto il legno usato nell'assortimento IKEA sia riciclato o provenga da foreste la cui gestione responsabile sia certificata.

I nostri specialisti di selvicoltura operano sul campo, a stretto contatto con i fornitori e nelle principali regioni di provenienza del legno, come Russia, Cina e Polonia. Il loro compito è promuovere la gestione responsabile delle foreste, informando e sensibilizzando i fornitori, e verificare la provenienza del legname, risalendo sino
alla foresta di origine.

Controlliamo attentamente che il legno dei mobili IKEA non provenga da aree forestali sottoposte a deforestazione o a taglio illegale.


"I mobili in legno creano un'atmosfera calda e accogliente,
mi fanno sentire a casa."

Carina Bengs, Designer IKEA

Quanto legno massiccio certificato FSC usiamo nel nostro assortimento?

Marzo 2012
27%

Obiettivo fine 2012
35%

Obiettivo a lungo termine
100%

big pile of tree trunks in different sizes

Intervista ad Anders Hildeman, Forestry Manager di IKEA


Che cosa significa gestire in modo responsabile le foreste?
La gestione responsabile delle foreste è un concetto molto importante per noi. Significa proteggere la biodiversità, lasciare agli alberi il tempo di ricrescere e tutelare i diritti e le esigenze di coloro che vivono e lavorano in queste aree, favorendo nel contempo lo sviluppo economico. I criteri specifici variano da paese a paese, in base alle condizioni locali, ma il nostro impegno è sempre quello di rispettare l'ambiente, le persone e l'economia di ogni regione. Collaboriamo con il Forest Stewardship Council (FSC) per certificare in maniera indipendente la gestione responsabile.


Che cosa fa IKEA per aumentare la percentuale di legno certificato FSC nel suo assortimento?
Attualmente la percentuale di foreste nel mondo la cui gestione responsabile è certificata si aggira intorno al 7%, quindi non c'è abbastanza legno FSC per soddisfare la domanda. IKEA collabora con WWF e altre organizzazioni per aumentare la disponibilità di legno proveniente da foreste certificate nelle principali regioni d'origine, come Russia, Cina ed Est europeo. Il nostro impegno sta dando i suoi frutti. Le aree forestali certificate ogni anno sono più grandi delle zone deforestate e siamo orgogliosi di poter dare il nostro contributo.


Quali sono i requisiti di IKEA per il legno?
Indipendentemente dalla certificazione FSC, tutto il legno che IKEA utilizza per i suoi prodotti deve rispettare dei requisiti minimi. In particolare, il nostro legno non deve:
  • Provenire da foreste tagliate illegalmente
  • Provenire da attività legate a conflitti sociali connessi allo sfruttamento e al commercio di legname
  • Provenire da foreste naturali intatte o foreste ad alto valore di conservazione, a meno che non sia certificata la loro gestione responsabile
  • Provenire da foreste naturali nelle regioni tropicali e sub-tropicali convertite a piantagioni o a usi non forestali
  • Provenire da piantagioni commerciali di alberi geneticamente modificati
Come fate ad accertarvi che questi requisiti siano rispettati?
I fornitori devono adottare determinate procedure nella catena di fornitura, che è soggetta a rigorosi controlli. Devono conoscere l'origine del legno e documentarne la provenienza, specificando quantità e specie utilizzate per i prodotti IKEA. I nostri specialisti di selvicoltura, insieme a esperti indipendenti, verificano regolarmente la correttezza di queste dichiarazioni. Se non siamo certi della foresta d'origine o della sostenibilità delle aree da cui il legno proviene, il fornitore deve immediatamente rimediare, altrimenti non potrà più lavorare con IKEA."
uomo davanti a una catasta di tronchi

Insieme per le nostre foreste


Dal 2002 IKEA e WWF, insieme, portano avanti una serie di progetti per:
  • Combattere il taglio illegale delle foreste e promuovere un commercio responsabile del legno
  • Supportare la certificazione FSC e la gestione responsabile delle foreste
  • Mappare e proteggere le foreste ad alto valore di conservazione
La partnership tra IKEA e WWF ha contribuito attivamente a migliorare la gestione di vaste aree forestali. Oggi abbiamo in corso progetti in 11 paesi d'Europa e Asia. In Romania, ad esempio, 80.000 ettari di foresta hanno ottenuto la certificazione FSC per la prima volta nel 2011 e altri 600.000 sono stati ricertificati. Grazie anche al supporto di IKEA, in Russia le aree forestali certificate sono passate da 300.000 ettari nel 2002 a quasi 30 milioni di ettari nel 2011.
Questi sono i paesi in cui IKEA sostiene progetti forestali e di formazione per una selvicoltura responsabile
planisfero
Da dove arriva il nostro legno
I 5 principali paesi di provenienza

Polonia 23,3%

Germania 8,0%

Russia 7,2%

Svezia 6,7%

Cina 6,7%
 

CLIMA ED ENERGIA

una famiglia davanti a un negozio IKEA

Riduciamo le emissioni di CO2 per ridurre i cambiamenti climatici

pannelli solari e turbine eoliche che producono energia sostenibile

IKEA mira ad assumere un ruolo guida verso una società a basse emissioni di anidride carbonica. Per questo, punta a ridurre le emissioni di (CO2) generate dalle proprie attività, impegnandosi attivamente in ogni aspetto della catena di produzione, dall'estrazione delle materie prime al fine ciclo di vita del prodotto.

L'energia del sole e del vento

Il nostro obiettivo a lungo termine è che tutti gli edifici IKEA utilizzino solo energie rinnovabili. Negli ultimi anni abbiamo fatto enormi passi avanti.

Oggi oltre la metà dell'energia consumata da IKEA proviene da fonti rinnovabili.

Stiamo installando pannelli fotovoltaici sui tetti dei negozi e dei depositi IKEA: nei prossimi anni ce ne saranno centinaia di migliaia in più. Investiamo nell'energia eolica, soprattutto nelle regioni dove non sempre splende il sole.

Nella Svezia centrale, ad esempio, stiamo costruendo un parco eolico con nove turbine, che produrrà elettricità rinnovabile equivalente al 75% del fabbisogno energetico di tutti i nostri negozi in quel Paese.
Ci stiamo avvicinando al nostro obiettivo a lungo termine.

Nel 2011, le nostre 60 turbine eoliche e i pannelli fotovoltaici installati su 40 edifici IKEA hanno prodotto circa il 12% dell'elettricità necessaria ai nostri depositi e negozi.

bandiere IKEA davanti a un negozio

Migliorare l'efficienza energetica dei negozi


Quando costruiamo un nuovo negozio, pensiamo a renderlo efficiente dal punto di vista energetico fin dall'inizio. Nei negozi esistenti, siamo sempre in cerca di nuove soluzioni per risparmiare energia, ad esempio riducendo i consumi degli impianti di riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell'aria, e investendo in nuove tecnologie di illuminazione. Entro il 2015 vogliamo migliorare l'efficienza energetica dei nostri negozi del 20% rispetto al 2010.
camion aperto, completamente carico di pacchi in cartone

Più prodotti, meno aria


Quando spediamo i nostri prodotti nel mondo, vorremmo evitare di spedire anche aria. Il "coefficiente di riempimento" è la percentuale di spazio effettivamente occupata dalle merci all'interno di camion e container ed è particolarmente importante per i costi e per l'ambiente.

Più prodotti per carico significa meno camion, treni e navi, e quindi meno emissioni di CO2.

"Un modo per caricare più prodotti è sostituire i pallet in legno, molto ingombranti, con i pallet in cartone" spiega Klas Ekman, responsabile dei trasporti per il Gruppo IKEA. "Sono alti un terzo rispetto a quelli in legno e questo, spesso, ci permette di inserire uno strato di prodotti in più in camion e container. Oggi circa il 90% delle spedizioni dai fornitori ai depositi e ai negozi IKEA viene effettuato con pallet in cartone o
loading ledge, angolari in plastica leggeri e poco voluminosi, posti direttamente sui pacchi."

Il nostro obiettivo è aumentare il coefficiente di riempimento dall'attuale 63% al 70%. Non è poco, perché spesso i limiti di peso ci impediscono di riempire completamente camion e container.
lampada da tavolo ALÄNG con paralume grigio


Il 33% di lampade in più
per ogni spedizione


Un giorno un co-worker del reparto illuminazione del negozio IKEA di Burbank, in California, ha avuto un'idea brillante: risistemando i pezzi della lampada ALÄNG all'interno della confezione e mettendo in verticale la base, è riuscito a fare stare tutto in una scatola più piccola. Risultato? Ora su ogni pallet c'è posto per 24 lampade ALÄNG invece delle precedenti 18.


Le nostre emissioni di CO2 derivano da
50%
materie prime

29%
clienti

13%
produzione e distribuzione

5%
fine ciclo di vita dei prodotti

3%
edifici IKEA
Incoraggiamo i clienti e co-worker a lasciare a casa l'auto

Vogliamo rendere più accessibili i nostri negozi e incoraggiamo clienti e co-worker a usare i trasporti pubblici invece dell'auto. Quando costruiamo nuovi negozi o rinnoviamo quelli esistenti, pensiamo sempre se sono comodi da raggiungere con i mezzi pubblici. Molti negozi, inoltre, hanno un servizio di navette gratuito da e per il centro città e offrono la consegna a domicilio dei prodotti acquistati.

Vuoi sapere come arrivare al negozio IKEA più vicino?

Oltre la metà dell'energia utilizzata negli edifici IKEA nel mondo proviene da fonti rinnovabili.

Maggiori informazioni sul nostro lavoro
 

COTONE

Guido Verijke, Business Leader IKEA, Tessili per il bagno e per la camera da let

"Vogliamo cambiare i metodi di coltivazione del cotone, per migliorare le condizioni delle persone e dell'ambiente."


Guido Verijke, Business Leader IKEA, Tessili per il bagno e per la camera da letto

agricoltore tra balle di cotone

Intervista a Guido Verijke, Business Leader IKEA, Tessili per il bagno e per la camera da letto


Che cosa sta facendo IKEA per promuovere la coltivazione sostenibile del cotone?
Il cotone è una delle nostre materie prime più importanti: ha eccellenti qualità di comfort ed è rinnovabile e riciclabile. Moltissimi agricoltori, però, utilizzano grandi quantità di acqua, fertilizzanti chimici e pesticidi. IKEA è impegnata attivamente per cambiare le tecniche tradizionali di coltivazione del cotone, diffondendo metodi più rispettosi dell'ambiente e delle persone.

IKEA è un socio fondatore di Better Cotton Initiative (BCI), che vuole cambiare i metodi di produzione del cotone rendendoli meno dannosi per l'ambiente e migliorando le condizioni di vita delle comunità agricole. Entro la fine del 2015 vogliamo arrivare a utilizzare solo cotone prodotto secondo i principi di sostenibilità di BCI per tutto il nostro assortimento.

Nel 2005 abbiamo siglato una partnership con il WWF per introdurre metodi di coltivazione più sostenibili in India e Pakistan, insegnando agli agricoltori locali a usare meno acqua e meno sostanze chimiche. I progetti lanciati insieme al WWF e ad altre organizzazioni coinvolgono attualmente 100.000 agricoltori in India, Pakistan, Cina e Turchia. Molti hanno dimezzato i consumi di acqua e pesticidi, e diminuito di un terzo l'uso di fertilizzanti chimici. In questo modo, fra l'altro, hanno tagliato i costi e guadagnano di più.

Non esiste un materiale più sostenibile in alternativa al cotone?
Stiamo cercando di ridurre il nostro fabbisogno di cotone, anche se non c'è un'alternativa per tutto. Una soluzione potrebbe essere quella di utilizzare fibre miste, ad esempio lino e cotone. Esistono altri materiali come il Lyocell, una fibra rinnovabile derivata dal legno, prodotta consumando meno acqua rispetto al cotone. È già impiegata in molti prodotti del nostro assortimento con caratteristiche simili al cotone e cercheremo di utilizzarla sempre di più. Oggi, inoltre, molti prodotti in cotone di IKEA vengono realizzati con tecniche innovative che riducono la quantità di cotone necessario, mantenendo inalterata la qualità.

agricoltore indiano che mostra uno schema per la coltivazione sostenibile

La parola agli agricoltori


Nel Maharashtra, stato centrale dell'India, Sundar Borude è diventato un convinto sostenitore dei progetti di IKEA e del WWF per la coltivazione sostenibile del cotone, nonché un modello per i suoi vicini, a cui insegna i metodi più efficaci ed ecologici che applica anche nella sua piantagione.

"Ho aumentato il numero di piante per acro, senza però incrementare la quantità di concimi chimici, pesticidi e acqua. Adesso anche i miei vicini vogliono imparare a fare altrettanto" dice Sundar.

Gli agricoltori gli fanno molte domande sui pesticidi. "Utilizzare sostanze chimiche è costoso e pericoloso, ma serve per evitare che un attacco di parassiti rovini il lavoro di un anno intero. Insegno loro a riconoscere gli insetti utili da quelli dannosi, a usare le trappole a feromoni e a spruzzare estratti vegetali sicuri."
 

ACQUA

riflessi di luce sull'acqua

L'acqua: una risorsa sempre più preziosa, anche nella realizzazione dei nostri prodotti


L'acqua è indispensabile alla vita, ma in alcune parti del mondo avere acqua dolce è un lusso. L'acqua è un bene prezioso per noi e per i nostri fornitori, sia in termini di quantità che di qualità.

I nostri fornitori devono impegnarsi a non contaminare le falde acquifere o le acque superificiali scaricando acque inquinate dei processi di produzione dei nostri prodotti.

Gli specialisti di IKEA aiutano i fornitori a ridurre i consumi e migliorare la qualità dell'acqua, sopratutto nell'Asia meridionale, dove la situazione è particolarmente critica. In questa regione ci sono molte industrie tessili che consumano molta acqua.

Nello stato indiano del Rajasthan, ad esempio, abbiamo realizzato dei progetti per la tutela dell'acqua insieme ai nostri fornitori. Sono state costruite, vicino a due fabbriche, delle dighe per raccogliere l'acqua piovana e ricaricare le falde acquifere e ora la gente può attingere acqua dai pozzi per allevare il bestiame.
agricoltore indiano del progetto Better Cotton

Meno acqua per un cotone più sostenibile


Il cotone è una fibra morbida e versatile, ed è una delle materie prime più importanti per IKEA. Sfortunatamente, per coltivare cotone si usa molta acqua. IKEA vuole eliminare ogni spreco dalla sua catena del valore diffondendo tecniche di produzione più sostenibili.

L'acqua è un bene prezioso in India e in Pakistan, per questo IKEA collabora con WWF e altre organizzazioni a numerosi progetti che aiutano gli agricoltori a ridurre il consumo d'acqua e l'uso di pesticidi chimici.

Le cose vanno molto meglio per Dilip Patel da quando ha introdotto il metodo di irrigazione a goccia nei suoi campi di cotone nel Gujarat, in India.

"Se non l'avessi fatto, a quest'ora il mio pozzo sarebbe completamente a secco," dice Dilip. "L'acqua sotterranea appartiene a tutti e penso che sia un mio dovere non sprecarla. La decisione migliore è stata quella di investire nell'irrigazione a goccia. Ho dimezzato il consumo d'acqua e il rendimento è aumentato
notevolmente."
 

RIFIUTI

lampadina ad alta efficienza

Si può riciclare?


Stefano Brown, Sustainability Manager dei negozi del Gruppo IKEA: "Certo!"

punto di raccolta dei rifiuti in un negozio IKEA

Il riciclaggio è una scelta responsabile e conveniente che presenta vantaggi per tutti. Secondo Stefano, i rifiuti si trasformano in opportunità.

"Non si butta via nulla, tutto si può trasformare in una nuova risorsa. Facciamo la raccolta differenziata per ridurre il nostro impatto ambientale. È un passo importante verso una società più sostenibile," dice Stefano.

Alcuni negozi differenziano più di dieci categorie di rifiuti, se esistono infrastrutture adatte a gestirli. Uno dei nostri negozi più nuovi, a Malmö, in Svezia, raccoglie: pile, rifiuti combustibili, rifiuti elettrici, vetro colorato, residui di vernici, plastica dura, prodotti chimici, carta per ufficio, lampadine a basso consumo, avanzi di cibo, metallo, plastica morbida, vetro trasparente e cartone ondulato.

"Quasi il 90% dei rifiuti nei negozi IKEA viene riciclato o utilizzato per produrre energia," dice Stefano."
ingresso di un negozio IKEA di sera

Insieme possiamo fare la differenza!


Il nostro obiettivo è azzerare la produzione di rifiuti conferiti in discarica dai nostri negozi. E vogliamo aiutare i nostri clienti a smaltire in modo responsabile alcuni tipi di rifiuti. Sapevi, ad esempio, che nei negozi IKEA esistono punti di raccolta per le pile scariche e puoi riportare i tuoi prodotti elettrici ed elettronici rotti o consumati, a fronte dell'acquisto di un prodotto analogo nuovo, incluse le lampade fluorescenti compatte (CFL)?

Scopri che cosa puoi riciclare nel negozio
IKEA più vicino a te.
tipiche polpette svedesi servite in un ristorante IKEA

Lo sapevi?


In alcuni dei nostri negozi in Scandinavia, gli avanzi di cibo servono a produrre biogas per alimentare gli autobus. Spesso, inoltre, il cibo invenduto nei ristoranti IKEA viene donato a enti di beneficenza locali, che offrono pasti caldi
ai senzatetto.

Quasi il 90% dei rifiuti nei negozi IKEA viene riciclato o utilizzato per
produrre energia.

 

PRODOTTI ALIMENTARI

cioccolato fondente di IKEA certificato UTZ

Da noi si beve caffè certificato UTZ


Cibi e bevande sono più buoni se vengono prodotti tenendo in considerazione il benessere dei lavoratori e il rispetto dell'ambiente. Per questo sosteniamo il programma di certificazione UTZ per caffè, tè e cacao.

caffè versato da una caraffa

Dal 2008 IKEA vende e serve solo caffè certificato UTZ. Nel 2011 abbiamo introdotto una tavoletta di cioccolato fatta con cacao certificato UTZ ed entro il 2015 vogliamo che tutto il cioccolato e il tè nei nostri negozi siano certificati UTZ.

Caffè, tè e cacao prodotti rispettando le persone e l'ambiente e venduti a un prezzo conveniente: una scelta che fa bene a tutti, dalla piantagione d'origine alla tua cucina.

Risali all'origine del caffè e del cioccolato IKEA con il nostro strumento di ricerca. Inserisci la data di scadenza e scopri da dove arrivano i chicchi e come vivono i lavoratori che li hanno coltivati.

IKEA è stato il primo retailer al mondo a vendere cioccolato prodotto con cacao certificato UTZ tracciabile al 100%.

cuoco di un ristorante IKEA con un piatto di salmone

Da dove arriva il salmone di IKEA?


La bontà di un piatto non si misura solo dal suo gusto. Abbiamo chiesto ad Anders Lennartsson, responsabile della sostenibilità di IKEA Food, di spiegarci la provenienza del salmone servito nei ristoranti IKEA.

"I nostri salmoni provengono da allevamenti norvegesi che mantengono gli stessi parametri fisiologici e ambientali presenti in natura. Le uova si schiudono in apposite vasche d'acqua dolce. Da qui i giovani salmoni vengono trasferiti in mare, in luoghi scelti con cura per ridurre al minimo l'impatto ecologico. Il processo riproduce il ciclo vitale del salmone, garantendo le condizioni di crescita ideali."

"Tre anni dopo, il salmone viene portato agli stabilimenti di produzione con speciali pescherecci che lo tengono nell'acqua, vivo, anche durante il trasporto. Quindi il salmone viene preparato per diventare uno dei deliziosi piatti tradizionali della nostra cucina," dice Anders.

IKEA è consapevole delle problematiche ambientali legate all'allevamento dei salmoni.

Insieme ad altri interlocutori, abbiamo partecipato a un'iniziativa promossa dal WWF per definire uno standard comune per l'allevamento sostenibile di salmoni. L'obiettivo di IKEA entro fine 2015 è che tutto il salmone venduto e servito nei nostri negozi sia conforme a questo standard.

"L'impoverimento degli stock ittici nei nostri oceani è fonte di grande preoccupazione per noi. Ecco perché ci atteniamo alle linee guida del WWF per assicurarci che il pesce servito e venduto in IKEA provenga da popolazioni ittiche sane e gestite responsabilmente, in grado di sostenere a lungo i livelli attuali di pesca," conclude Anders.

No alla crudeltà sugli animali.


Il benessere e il rispetto degli animali sono essenziali per la qualità dei nostri prodotti alimentari e dei nostri mobili. Non accettiamo nessuna forma di crudeltà sugli animali e incoraggiamo lo sviluppo e l'applicazione di standard globali indipendenti per il rispetto degli animali. Abbiamo già imposto norme molto severe per i polli e vogliamo introdurle anche per le galline ovaiole nel corso del 2013.

La Bottega Svedese offre circa 15 prodotti biologici come marmellata, caffè e pasta. I ristoranti IKEA servono piatti con ingredienti provenienti da agricoltura biologica.

 
Una vita più sostenibile in casa
donna e bambini in una cucina IKEA
Scopri i prodotti che ti aiutano a vivere in modo più sostenibile, ad esempio facendoti consumare meno energia o
aiutandoti a fare la raccolta differenziata dei rifiuti.
Una vita più sostenibile in casa
Energia e risorse
sedia nera nella foresta
Ecco cosa stiamo facendo per proteggere alcune delle risorse più preziose del nostro pianeta.
Energia e risorse
Le persone e le comunità locali
gruppo di lavoratrici tessili
Ci impegniamo a migliorare la vita delle persone e delle comunità in molte parti del mondo.
Le persone e le comunità locali
Per saperne
di più
copertina del Report sulla Sostenibilità di IKEA 2012
Vuoi saperne di più? Vuoi vedere con chi lavoriamo? Qui trovi tutte le informazioni.
Per saperne di più